Nasce ‘We All Count’ (tutti siamo importanti), un progetto integrato nell’ambito del programma europeo Erasmus+ che si svilupperà in 4 Paesi: Italia, Spagna, Ungheria e Belgio.

Il progetto si pone, attraverso l’uso dello strumento artistico, quattro obiettivi fondamentali:

  • Ridurre l’assenteismo scolastico
  • Affrontare le situazioni di disagio dei bambini e delle loro famiglie attraverso l’estensione del lavoro delle scuole all’interno degli ambienti familiari
  • Migliorare le competenze dei professionisti nel campo dell’educazione per risolvere il problema dell’assenteismo e delle situazioni di svantaggio
  • Vivere la diversità come ricchezza e non come un limite

‘We All Count’ si sviluppa, come abbiamo detto, in quattro Paesi e in particolare nelle città di Madrid e Toledo (Spagna); Budapest (Ungheria); Roma (Italia); Bruxelles (Belgio).

Il progetto si svolge in istituti scolastici in cui è presente un’alta percentuale di studenti socialmente svantaggiati.

Un ampio raggio di beneficiari

‘We All Count’ vedrà la partecipazione di oltre 120 insegnanti e più di 400 studenti di quattro Paesi, che godranno della cooperazione di docenti universitari, tirocinanti e volontari.

Tutto ciò si concretizzerà nel lavoro svolto con i bambini e le loro famiglie (con il coinvolgimento di più di 500 persone) oltre alla partecipazione di tutta la comunità scolastica. Stimiamo dunque che i beneficiari diretti e indiretti di ‘We All Count’ saranno in totale almeno 3.200 persone.

Il filo conduttore sarà la produzione di un cortometraggio sulla memoria, sul presente ed il futuro dei bambini e delle loro famiglie (con spettacoli di danza, musica, teatro, esposizioni ecc.), il che implica la creazione di uno spazio di scambio e condivisione, a partire dalla ricerca nella realtà personale e culturale di ognuno (diversità come risorsa). I prodotti finali saranno elaborati dai bambini e dalle loro famiglie.

Partner

‘We All Count’ può contare sull’apporto di tredici partner nello sviluppo di un progetto che si basa principalmente su attività pratiche e partecipative. Non c’è uno spazio per la teoria fine a se stessa, non ci sono contenuti puramente teorici, ma vogliamo piuttosto fare in modo che la teoria si trasmetta attraverso la pratica e la partecipazione attiva, in modo da favorire la coesione sociale e creare motivazione e piacere nell’apprendimento. Parte delle attività si svolgeranno in orario curriculare, per ottenere il massimo coinvolgimento della comunità educativa.

I partner sono:

  • Italia (Roma): MUS-E ROMA ONLUS; UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE; Istituto Comprensivo Via Cutigliano; REGIONE LAZIO.
  • España (Madrid y Toledo): UNIVERSIDAD REY JUAN CARLOS; Comune di ALDEANUEVA; FUNDACION YEHUDI MENUHIN ESPAÑA; CRA Rio Tajo; Comune di Alcolea de Tajo.
  • Hungría (Budapest): MUS-E Magyarország Közhasznú Egyseület (MUS-E Ungheria); Észak-Budapesti Tankerületi Központ (Ayuntamiento Budapest); EOTVOS LORAND TUDOMANYEGYETEM (Univ. Budapest)

Bélgica (Bruselas): INTERNATIONAL YEHUDI MENUHIN FOUNDATION – Quest’ultima avrà il compito di divulgare e illustrare il progetto nel Parlamento Europeo